15/06/2017 - RISARCIMENTO A FAVORE DEGLI AZIONISTI DELLE POPOLARI VENETE

Il Tribunale di Verona con sentenza del 25.03.17 ha condannato la Banca Popolare di Vicenza a risarcire il danno subito da un risparmiatore che aveva sottoscritto azioni della banca stessa.

In estrema sintesi la pronuncia di condanna si fonda:

- sull’inosservanza da parte della banca degli obblighi informativi: trattandosi di azioni non quotate in un mercato regolamentato l’investimento era di difficile monetizzabilità (illiquido), non rendendo il prodotto liquido l’esistenza di un fondo per il riacquisto di azioni proprie (non vi era alcun obbligo giuridico di riacquisto in capo alla banca);

- sulla mancata valutazione dell’adeguatezza ed appropriatezza degli ordini d’acquisto: il giudice ha ritenuto (anche sulla base del questionario MIFID) che la banca non ha adeguatamente valutato la capacità della cliente di comprendere gli specifici profili di rischio connessi ai titoli acquistati.

 

Per ulteriori informazioni è possibile contattare lo studio attraverso l'apposito form, nella sezione contatti.

avv. Claudio Peretti