06/12/2018 - RESPONSABILITA’ PENALE PER IL CATTIVO STATO DI CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI IN UNA CATENA DI SUPERMERCATI: LA CASSAZIONE APPROFONDISCE I PRESUPPOSTI PER LA RESPONSABILITA’ DEI VERTICI AZIENDALI

La Corte di Cassazione (nella recente sentenza n. 39432/2018), è tornata ad approfondire il tema delle “responsabilità aziendali”, affrontando un caso relativo alla messa in vendita di prodotti in cattivo stato di conservazione presso un punto vendita.

Il Giudice di primo grado aveva ritenuto che il responsabile andava individuato nel soggetto apicale dell’azienda (il legale rappresentante della società), ma aveva omesso di valutare la responsabilità per il mancato rispetto dei requisiti igienico-sanitari.

La Corte di Cassazione ha annullato la sentenza di condanna di primo grado e ha ribadito che il soggetto responsabile va individuato sulla base delle mansioni effettivamente svolte nell’organizzazione aziendale, non essendo richiesta la prova dell’esistenza di deleghe scritte (dai fatti era emerso che nel supermercato era stato nominato un direttore del punto vendita del quale non erano state accertati compiti e mansioni).

È stato inoltre stabilito che nella valutazione della responsabilità penale del legale rappresentante della società è necessario, preliminarmente, effettuare le seguenti indagini:

  1. verificare che la dimensione dell’impresa non impedisca comunque il monitoraggio dell’attività del direttore da parte del legale rappresentante;
  2. verificare la capacità ed idoneità tecnica del direttore o responsabile dello stabilimento;
  3. verificare la conoscenza (ovvero la mancata conoscenza) - in capo ai vertici societari - della negligenza o della sopravvenuta inidoneità del direttore o responsabile dello stabilimento;
  4. verificare che, in ogni caso, il fatto ascritto non sia derivato da cause strutturali dovute ad omissioni di scelte generali di pertinenza esclusiva dei vertici aziendali (quali, ad esempio, l’omessa adozione di procedure di autocontrollo igienico-sanitario).

 

Per ulteriori informazioni è possibile contattare lo studio attraverso l'apposito form, nella sezione contatti.

avv. Christian Cerutti