04/01/2018 - COMMETTE UN REATO CHI ACCEDE ALL’E-MAIL ALTRUI ANCHE SE CONOSCE LA PASSWORD

La Corte di Cassazione sezione penale, con sentenza n. 52572 del 17/11/2017 ha affermato che costituisce reato accedere alla casella di posta elettronica altrui, anche se la condotta è tenuta da chi era a conoscenza della password di accesso.

Leggi tutto...

02/03/2017 - INTERNET / DIRITTO DEL LAVORO E SOCIAL NETWORK : NO AL LICENZIAMENTO SE IL COMMENTO INGIURIOSO ALL’AZIENDA E’ SCRITTO IN CHAT PRIVATA

Con la recentissima sentenza n. 2499 del 31.01.2017, la Cassazione si è nuovamente pronunciata in tema di dichiarazioni sui social network da parte dei dipendenti, dichiarando l’impossibilità di procedere con il licenziamento di un dipendente per aver lo stesso commentato in maniera ingiuriosa l’azienda all’interno di una chat privata di Facebook, ancorché lo stesso commento fosse astrattamente idoneo a ledere l’immagine aziendale e ledere il vincolo fiduciario con l’azienda. Nel caso esaminato il messaggio era stato infatti divulgato in una chat privata, di per se inidonea a consentire a più persone di prenderne visione.

Leggi tutto...

ARTICOLO DI APPROFONDIMENTO “COME COORDINARE IL CANALE DIGITALE CON QUELLO REALE?”

È stato pubblicato un articolo di approfondimento sul tema “Come coordinare il canale digitale con quello reale?” a cura dell’avv. Sondra Faccio.

Leggi tutto...

29/12/2016 - SULLA POSSIBILITA’ DI “LINKARSI” AD UN SITO INTERNET: UNA RECENTE INTERPRETAZIONE DELLA CORTE EUROPEA

In una recente sentenza la Corte di Giustizia Europea (n. 160/15) si è espressa sancendo il divieto di inserire, in un sito Internet di un operatore, un link ad una pagina web altrui, pagina sulla quale siano presenti contenuti protetti da diritto d’autore, senza il consenso del titolare.

Leggi tutto...