08/02/2018 - MARCHIO LAMBRETTA: SENZA USO EFFETTIVO LA NOTORIETÀ NON BASTA

Una delle sentenze che, in tema di marchi, ha avuto più eco nel 2017 è la 7970/2017 della Cassazione avente ad oggetto il noto marchio “Lambretta”.

In quella sede la Cassazione ha affermato che la sola notorietà non è sufficiente ad evitare la decadenza per non uso di un marchio, nemmeno se si tratta della celebre “Lambretta". Ciò, in base alla normativa anteriore alla riforma del 1992 che prevedeva la decadenza per mancato uso dopo 3 anni (oggi 5 anni).

La Cassazione ha, infatti, rilevato come la società Lambretta Italia S.p.A. avesse cessato di importare in Italia gli scooters fin dal 1985 e questa è stata la data ritenuta di intervenuta cessazione di uso effettivo del marchio. Sul punto la sentenza ha precisato che “Non è dunque richiesto che il marchio, per decadere, abbia completamente perduto la sua capacità distintiva. Tale condizione, oltre a non essere prevista, e ad essere estranea (…) al senso della disciplina sulla decadenza, sarebbe, del resto, di problematica constatazione in concreto e genererebbe, in conseguenza, gravi difficoltà di ordine pratico. D'altro canto, è sempre possibile che il consumatore conservi memoria di un marchio decaduto. Ma è significativo che tale circostanza non sia, in sé, nemmeno ostativa alla registrazione di un marchio ad esso identico o simile, essendo sufficiente, per il requisito della novità, che il primo sia decaduto per "non uso”.

 

Per ulteriori informazioni è possibile contattare lo studio attraverso l'apposito form, nella sezione contatti.

avv. Marco Falsiroli